Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

logo rmi

Il progetto R.M.I. Piemonte - Rete Mediazione Interculturale regionale, vede protagonista l'associazione A.M.M.I. (Associazione Multietnica Mediatori Interculturali) insieme ai partner, in un'azione che coinvolge tutto il mondo della mediazione regionale con l'obiettivo di formalizzare, strutturare e rafforzare la rete dei soggetti che operano in quest'ambito sul territorio e soprattutto di valorizzare la rete informale che da sempre esiste tra i mediatori. La proposta nasce come naturale proseguimento del progetto Mediato che vede in rete, insieme a Istituzioni ed enti territoriali, anche i partner di questo progetto (A.M.M.I., Ires Piemonte, Asgi e CCM) e si pone l'obiettivo di costituire una rete regionale di enti, associazioni e cooperative che hanno in comune tra loro il rapporto diretto o indiretto con il mediatore interculturale. Il crescente fabbisogno di mediatori presso i servizi che si rapportano con utenza straniera, la complessità delle esigenze di cui questa è portatrice e i cambiamenti socio-politici degli ultimi anni rendono necessario il confronto tra i soggetti che a vario titolo lavorano con e nella mediazione. L'idea nasce dalla necessità di creare una struttura organizzata che direttamente e indirettamente rafforzi e promuova un miglior impiego della figura professionale del mediatore in Piemonte.

RMI Piemonte contribuisce all'implementazione della piattaforma del progetto Mediato come luogo di confronto, aggiornamento, consulenza e condivisione di buone prassi. Inoltre, con la creazione di un database, ad iscrizione volontaria, dei mediatori interculturali
attivi sul territorio piemontese, che specifica provenienza, lingue conosciute, ambito professionale e contesto territoriale di riferimento, dà visibilità ai professionisti che da anni operano in questo settore e permette a istituzioni e altri soggetti di ricercare specifiche figure professionali. La banca dati sui mediatori attivi in regione insieme alla mappatura dei soggetti che a vario titolo impiegano e collaborano con i mediatori interculturali sono consultabili attraverso il presente sito.

Sono inoltre previsti incontri di aggiornamento in materia di immigrazione
 e un percorso di supervisione rivolto ai mediatori.

Il progetto attivo fino ad aprile 2015, è stato finanziato dalla Compagna di San Paolo è realizzato dall' A.M.M.I. (capofila) in collaborazione con IRES Piemonte – Istituto di Ricerche Economico Sociali del Piemonte, ASGI – Associazione per gli Studi Giuridici sull'Immigrazione e CCM- Comitato Collaborazione Medica.

Newsletter



Joomla Extensions powered by Joobi

Novità legislative

feed-rss

L’INPS riconosce il “premio nascita” a tutte le madri regolarmente soggiornanti

Lunedì, 19 Febbraio 2018

Con il messaggio del 13 febbraio 2018, l’INPS si adegua a quanto disposto dal Tribunale di Milano e estende il "premio nascita" a tutte le madri...


Leggi tutto...

Vietata l'espulsione del richiedente asilo che abbia proposto appello

Giovedì, 15 Febbraio 2018

Il richiedente protezione internazionale che, dopo il rigetto del ricorso da parte del Tribunale Ordinario abbia proposto appello in base alle...


Leggi tutto...

Dal 31 gennaio 2018 in vigore il decreto legislativo correttivo in materia di protezione internazionale

Lunedì, 05 Febbraio 2018

Il decreto legislativo n. 220 del 22 dicembre 2017, recante  disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 18 agosto 2015, n. 142,...


Leggi tutto...
Mediato è promosso da     con il sostegno di
logo ires asgi2 logo-Ammi logoCCMscritta  compagnia san paolo