Immigrazione in Piemonte

Immigrazione in Piemonte

La popolazione piemontese è quasi stabile grazie al contributo della presenza straniera, che ne ringiovanisce la composizione; tendenza destinata a ridursi a causa del calo del tasso di natalità che caratterizza anche la componente straniera.

Al 1° gennaio 2024 le persone straniere residenti in Piemonte sono 433.397 (214.031 maschi e 219.366 femmine), circa 13.000 in più rispetto al 2023.

La percentuale sul totale dei residenti ha mostrato un aumento di quasi un punto percentuale dal 2019 passando dal 9,5% al 10,2% (la media nazionale è del 9%), dovuto alla costante crescita della popolazione straniera e al progressivo calo della popolazione piemontese. Il Piemonte è la quinta regione italiana per numero di residenti stranieri.
[Fonte: ISTAT, dato stimati al 01/01/2024]

La popolazione straniera continua ad essere più giovane di quella italiana.

Il 77% delle persone straniere ha meno di 50 anni. I minorenni (0-17 anni), in particolare, rappresentano il 21% del totale della popolazione straniera residente in Piemonte, a fronte del 14% degli italiani.

La variazione percentuale tra le due popolazioni è particolarmente evidente per gli over 75enni, che rappresentano l’1,5% della popolazione straniera e il 15,3% della popolazione con cittadinanza italiana. Aumentano però anche tra le persone straniere quelle al di sopra dei 65 anni (cresciute di 5.000 unità dal 2019).
[Fonte: ISTAT, dati al 01/01/2023]

I cittadini provenienti da paesi non appartenenti all'Unione Europea per risiedere regolarmente in Italia devono avere un permesso di soggiorno. Non devono invece richiedere un permesso coloro che raggiungono l'Italia per visite, affari, turismo e studio per periodi non superiori ai tre mesi.

Per i cittadini appartenenti ad uno stato membro dell'UE (ad es. la Romania) che intendono soggiornare sul territorio è sufficiente richiedere il certificato di iscrizione anagrafica al Comune di abituale dimora (maggiori informazioni qui).

 

La maggior parte (55%) dei residenti non comunitari in Piemonte ha un permesso di soggiorno di lungo periodo: si tratta di un permesso di soggiorno rilasciato a coloro che risiedono in maniera stabile e continuativa in Italia da almeno 5 anni e soddisfano determinati requisiti di reddito. Salvo l'aggiornamento decennale, è a tempo indeterminato, ha validità europea e consente di circolare e lavorare liberamente in ogni stato membro dell’UE (maggiori informazioni qui).

Tra i permessi di soggiorno a termine (119.139), il primo motivo di rilascio è quello familiare (17%), seguono lavoro (14%) e protezione/asilo (10%).

Dopo la flessione causata dall'emergenza sanitaria COVID-19, dal 2021 riprendono a salire i permessi di soggiorno per protezione/asilo e quelli per lavoro.
[Fonte: ISTAT, dati al 01/01/2023]

I nuovi permessi di soggiorno rilasciati in Piemonte nel 2022 sono 32.173.
[Fonte: Dossier statistico immigrazione 2023 IDOS]

 

Più della metà (51%) delle persone con background migratorio in Piemonte risiede nella Città Metropolitana di Torino. Tuttavia, la loro presenza incide maggiormente su altre quattro province, dove risulta più alta della media regionale (10,2%): Alessandria (12%), Asti (11%), Cuneo e Novara (10,8%).

La maggior parte dei cittadini stranieri residenti in Piemonte proviene da paesi europei, di questi il 36% da paesi dell’Unione.
La Romania è il paese da cui proviene il 31% degli stranieri in Piemonte, seguono Marocco (12%), Albania (9%), Cina (5%) e Nigeria (3%). La presenza di cittadini rumeni in Piemonte è particolarmente significativa, superando di 10 punti percentuali la media nazionale.

In quasi tutte le provincie piemontesi la nazionalità più numerosa è quella rumena, mentre a Novara e Vercelli troviamo al primo posto quella marocchina e nel VCO l’ucraina.
Alcuni territori provinciali sono caratterizzati dalla presenza di specifiche nazionalità spesso legate all’inserimento in nicchie consolidate del mercato del lavoro, è il caso dei peruviani a Torino, di macedoni e bulgari ad Asti, indiani e pakistani rispettivamente a Cuneo e Novara, degli ecuadoriani ad Alessandria e dei filippini a Biella.
[Fonte: ISTAT, dati al 01/01/2023]

 

pdfscarica l'infografica completa

 

Tabelle e grafici

xlsx01_Presenze_in_Italia_01_2024.xlsx

xlsx02_Fasce_età_01_2023.xlsx

xlsx03_Motivo_della_presenza_cittadini_non_UE_storico_al_01_23.xlsx

xlsx04_Presenze_per_provincia_01_2024.xlsx

xlsx05_Nazionalità_Piemonte_Italia_01_2023.xlsx

xlsx06_Nazionalità_Province_01_2023.xlsx

Altre fonti di dati

Demo ISTAT - Demografia in cifre

consulta i dati

 

IstatData - La banca dati dell'Istituto Nazionale di Statistica

consulta i dati

 

Osservatorio Demografico Territoriale del Piemonte

consulta i dati

 

PISTA! - Piemonte Statistica e B.D.D.E.

consulta i dati

 

Relazione annuale sulla situazione economica, sociale e territoriale del Piemonte - 2023

consulta la relazione

Search